lunedì, Agosto 8, 2022

Come iniziare una partita a scacchi

Come affrontare l’apertura di una partita di scacchi? Un giocatore come dovrebbe approcciarsi alla fase iniziale di un match evitando di essere sconfitto nelle prime mosse?

Un quesito comune per tutti coloro che si avvicinano a questa disciplina che gli autori del libro hanno rivolto a sette grandi maestri al termine di un torneo internazionale tenutosi a San Antonio nel 1972 fornendogli carta bianca per rispondere.

L’obiettivo dell’editore non era quello di ricreare il classico libro di aperture ricco di varianti e sotto varianti da memorizzare con simboli; per provare a capire come diverse persone pur approcciandosi alla stessa disciplina lo facessero con tecniche differenti.

Così come ogni persona ha un proprio carattere, ogni giocatore di scacchi ha il proprio stile di gioco che riflette la sua personalità all’interno della partita: c’è chi propone un attacco dopo l’altro attendendo di far breccia nelle difese avversarie; chi, invece, preferisce attendere le mosse altrui studiandone le falle per contrattaccarlo; quello che preferisce le partite aperte; altri preferiscono quelle chiuse; chi alterna vari approcci offensivi e difensivi ecc.

Il libro

Il libro risulta diviso in sette capitoli indipendenti tra loro, ognuno scritto da un grande maestro.
Il comun denominatore è la trattazione dell’apertura di una partita a scacchi.

Se siete alla ricerca di un testo in grado di spiegarvi per filo e per segno un certo inizio partita, questo libro non fa per voi.
Infatti, come sopra anticipato, questo non è il classico libro d’aperture ricco di varianti da memorizzare per specializzarsi su una o più aperture specifiche.

Se, invece, siete interessati a conoscere come un grande maestro prepara e affina il suo repertorio, a comprendere i metodi per scoprire il proprio stile di gioco e le aperture che più vi si addicono, questo è un libro che non può mancare nei vostri scaffali.

Risulta agevole la possibilità, qualora si incontrassero delle difficoltà con qualche autore, di saltare i capitoli senza incontrare problemi nella comprensione del testo.

Alcuni maestri trattano il collegamento tra la fase d’apertura e il mediogioco (la parte intermedia di una partita) mostrando come differenti inizi conducano a partite differenti.
Gli autori di quest’opera sono: Larry Evans, Svetozar Gligloric, Vlastimil Hort, Lajos Portisch, Tigran Petrosian, Bent Larsen e Paul Keres.

La versione italiana “I segreti dell’apertura” edito da Prisma al momento è fuori stampa. Sperando che possa tornare disponibile prossimamente, se avete intenzione di leggere questo libro sappiate che la versione in inglese è molto scorrevole e semplice.

Nell’attesa della ripubblicazione della versione in lingua italiana, vi auguro una buona lettura e ricordate, come diceva il campione del mondo Petrosian: “Gli scacchi sono un gioco nell’aspetto, un’arte nel contenuto e una scienza nel diventare giocatori eccezionali.”

Gilberto Minozzi
Programmatore open source, appassionato di scacchi, moto e basket.

Related Articles

Stay Connected

Latest Articles